SCUOLA MORPHE

Share Button
Scuola_danza_bologna

Morphé Scuola di danza Bologna

DanzaTeatroMorphè è una scuola di danza e opera dal 1990 a Bologna, diretta da Maria Pia Urso.
L’orientamento dell’insegnamento che questa scuola offre è aperto alla danza, al teatro alla musica,  all’ arte, alla performance e alla contaminazione dei generi. Per questo ha una vocazione per tutto quello che è ricerca e sperimentazione. Per questo tiene in grande conto tutto l’insegnamento di tipo tradizionale della danza classica nella convinzione che l’innovazione non può esistere se non è supportata dalla ricchezza di questa disciplina. Opera nel campo della ricerca teatrale e coreografica.
L’insegnamento che offre ai bambini e agli adolescenti si basa sullo studio  della danza classica e della ‘danza libera’, valorizzando e rispettando crescita, creatività spontanea in un rispetto per l’infanzia dalla quale non si può prescindere per la crescita di future persone sensibili all’arte. DanzaTeatroMorphè è interessata alla formazione dell’artista in senso ampio.
Si occupa di tenere viva la tradizione della danza classica ed è aperta alla sperimentazione e contaminazione dei generi e delle arti. Dà spazio alle nuove generazioni di sperimentatori della danza supportandole in termini di strutture che di esperienze.
L’insegnamento è affidato a professionisti capaci e di grande esperienza.

DIDATTICA

INSEGNARE LA DANZA
L´insegnamento della danza ai bambini è una attività estremamente difficile se fatta con senso di responsabilità, troppe volte sottovalutata. In particolar modo rispetto all´insegnamento dei primi anni di danza, il nostro obbiettivo è di risvegliare e rendere consapevole l´atteggiamento creativo che ogni allievo ha, seppur in misura differente, nell´esprimere se stesso attraverso qualsiasi forma d´arte.
E´solo in un secondo momento che arrivano i passi!!

_g1t5051La danza è la forma espressiva che più di ogni altra coinvolge il corpo e la mente integrando la conoscenza, l´emozione e la comunicazione attraverso il corpo, primo strumento a disposizione del bambino per relazionarsi col mondo fuori da sé.
L´attività educativa proposta da DanzaTeatroMorphè concepisce la danza come strumento ideale per una educazione al movimento e in primo luogo per la formazione della persona nella sua globalità. Perciò la didattica utilizzata non mira solo a formare un ballerino, ma a educare un artista e nei limiti delle nostre sapienze, formare degli individui appassionati della vita.

Nelle forme espressive che coinvolgono il corpo con così grande prepotenza, più che altrove, in virtù di regole mortificanti l´individuo occorre mostrare un corpo che deve essere “adeguato e conforme”, ovvero perfetto e poi virtuoso, il corpo nella danza prende troppo posto e diventa vuoto: il nostro obiettivo è, invece, dare valore alla vera essenza della danza, veicolo autentico per comunicare stati d´animo e sentimenti.

L´uso della improvvisazione e della danza libera è un segno distintivo del mio metodo di insegnamento, che va di pari passo con il rigore delle tecniche strettamente intese. Scopo del mio lavoro con i bambini mi sembra bene espresso, e con maggiore autorevolezza della mia, da Jacques Dalcroze, pedagogo del primo ´900 che inventò un sistema di insegnamento per la danza e la musica basato sul ritmo, l´euritmia:

_g1t4195“Ogni bambino è nato artista”, vale a dire che ama sognare, immaginare e creare. Sembra che, nei programmi di educazione, non si accordi un posto abbastanza grande agli studi che hanno per fine di svegliare l´immaginazione e la sensibilità in modo che si possa fare opera di creazione personale. Il bambino perde spesso le sue facoltà immaginative perché l´educatore non ha saputo riconoscerle e coltivarle! Di tutte le lezioni che il bambino riceve, sono quelle dove lo si incita ad improvvisare che preferisce.
Improvvisare è creare velocemente, andando dritti allo scopo, a dispetto delle resistenze. 
L´educazione deve permettere al bambino di esprimersi interamente in modo personale, senza esitazione, con calma, ma con slancio e una volontà sostenuta.”

Vogliamo insegnare l´arte del danzare con uno spirito che più appartiene ai nostri tempi e mostrare che non è un´arte tutta lustrini e paillettes o tutù ottocenteschi né tanto meno così improbabile da capire e praticare. Lavorare per la divulgazione delle arti del movimento partendo da questo ci sembra importante, soprattutto quando ci si rivolge ai bambini, individui in formazione.

Scuola_danza_bologna

Scuola_danza_bologna

LA DANZA PER I PIU’ PICCINI

L´Associazione ha realizzato numerosi Progetti Educativi per la divulgazione della danza e del movimento creativo nelle scuole medie, elementari e materne di Bologna e Provincia. Citiamo tra questi i più importanti: IL VOLO, IL RITMO, IL GESTO, SKREK, con la tecnica del Giocomovimento©.
Giocomovimento© è il risultato delle mie esperienze che vanno dalla espressione corporea alla pratica di teatro e, non ultima, di danza nelle varie tecniche. Io ho sviluppato negli anni, in particolar modo dal 1995, un nuovo metodo di insegnamento per i bambini particolarmente giovani.

bimbe-classico2-web“Il Giocomovimento© è una pratica di insegnamento al movimento per i bambini, che precede le tecniche di danza strettamente intese e che unisce l´esperienza dell´espressione corporea al rigore formale della danza classica.
E´ l´insegnamento ad un atteggiamento e ad una predisposizione e consapevolezza di sé, che per me sta alla base di ogni eventuale futuro danzatore.
Il Giocomovimento© non riconosce il valore delle tecniche per la fascia prescolare e avvicina il bambino alla danza in modo naturale e atecnico sviluppando sicurezza di sé e creatività attraverso il gioco, la drammatizzazione, l´improvvisazione. Utilizza una metodologia anche corale, che dà l´opportunità di confrontarsi da soli e con gli altri ma anche insieme e in relazione agli altri.”

Maria Pia Urso

MARIA PIA URSO

LE RADICI E IL NUTRIMENTO:

Merce Cunningham:
”

You have to love dancing to stick to it. It gives you nothing back, no manuscripts to store away, no paintings to showon walls and maybe hang in museums, no poems to be printed and read, nothing, but that single fleetin moment when you feel alive.” 


Pina Bausch: ”
Dance, dance, … otherwise we are lost!”

A questi due grandissimi e magnifici maestri devo molto della mia formazione. Lo sforzo quotidiano che faccio come insegnante è di mantenere in vita la forza del loro pensiero artistico trasmettendo ai giovani danzatori il senso della loro provenienza, liberi così di poter volare altrove. Lo sforzo quotidiano che faccio come artista è di dare forma ad un pensiero originale e autentico senza per questo dimenticare la tradizione o disconoscere le origini. 
LE MIE TECNICHE DI RIFERIMENTO: La tecnica astratta e rigorosa di Merce Cunningham
La “non-tecnica come modo di vedere la danza ovunque e mai mostrarla come tale di Pina Bausch
La tecnica dell´ improvvisazione teatrale
GLI OBBIETTIVI FUTURI PICCOLI: Convincere i papà e le mamme dei bambini maschi, che la danza ha molte cose in comune col calcio, dimostrare alle bambine femmine che la danza è di tutti, per tutti e non è colorata solo di rosa!
Dimostrare che con la cultura si mangia, si nutre e ci si nutre!
Abbattere l´idea che la danza non si può praticare se non si è cominciato da piccoli!

Scuola di danza Bologna © 2016 DanzaMorphèTeatro. Credits